Loading....

Mese: Febbraio 2019

DAI PRECEDENZA ALLA DONAZIONE

Sulla strada della vita qualcuno ha bisogno di te.

UNA CAMPAGNA PER SENSIBILIZZARE I GIOVANI

Con questo slogan parte la nuova campagna promozionale per la donazione di sangue, rivolta ai giovani, promossa dall’Avis Marche in tutta la regione, con il sostegno del Dirmt (Dipartimento Regionale Interaziendale di Medicina Trasfusionale).

L’obiettivo è quello di avvicinarsi ai neo diciottenni attraverso nuovi canali, in percorsi di sensibilizzazione che si intrecciano con il quotidiano e permettano di arrivare ai giovani potenziali donatori in maniera sempre più capillare per accrescere così la base donatori.

Il progetto prevede infatti il coinvolgimento delle scuole guida della regione. Avis Marche vuole coinvolgerli in quel momento, rinnovando la mission dell’associazione nella promozione della cultura del dono e della solidarietà, e proponendo loro un messaggio che unisce il concetto di dono a quello di sicurezza stradale in un connubio straordinario: salvare vite.
Lo slogan scelto è un invito a mettere in primo piano nella propria vita la donazione. Anche il visual scelto, il cartello del dare precedenza, dà forza al concept e riconduce immediatamente il messaggio comunicativo al contesto in cui i ragazzi lo ricevono. “Sulla strada della vita qualcuno ha bisogno di te” e quindi, salvaguardare la propria salute in tutti i suoi aspetti per potersi rendere utile per chi ha bisogno, è il messaggio di secondo livello espresso nella bodycopy, con un titolo emozionale.

Per aiutare i ragazzi a mantenere un atteggiamento corretto, la campagna prevede che al momento della prima donazione venga donato loro un gadget, un auricolare bluetooth wireless brandizzato, a salvaguardia della propria e dell’altrui salute, oltre alla patente appena conquistata: per info contattaci al 3703479746.

La campagna viaggerà su molteplici strumenti: manifesti, locandine ed espositori con cartoline nelle scuole guida aderenti, nelle sedi Avis, nei centri trasfusionali, nei centri di raccolta sangue; e poi spot radiofonici, social network.

Siamo a disposizione per info, contattaci.

Back To Top